Piazza San Giovanni e piazza del Duomo:

GOOGLE MAPS

 

 

 

 

Rappresentano il vero cuore della città.

Nelle due piazze sorge il più importante complesso monumentale religioso di Firenze,

formato dal Battistero, dal Duomo e dal Campanile di Giotto,

i quali, sebbene nati in fasi diverse, costituiscono un insieme stilisticamente unitario.

Il Battistero, a pianta ottagonale,

è prestigioso non soltanto in relazione al rivestimento in marmo bianco e verde di Prato con i suoi disegni a scomparti geometrici,

ma anche per le tre porte di bronzo, di Pisano e del Ghiberti, che si aprono sui tre lati dell’edificio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Duomo di Firenze,  la cui costruzione ha avuto inizio nel 1296 per essere poi finalmente terminato nel 1436

con la realizzazione dell’ imponente Cupola concepita dal Brunelleschi, è un capolavoro architettonico unico per via delle sua diversità stilistiche, a partire dalle arcate di chiara ispirazione romanica, passando per la struttura interna gotica, fino alla grandiosa cupola rinascimentale.

La facciata attuale è stata invece eretta nel corso dell’ ottocento.

Impossibile infine non provare la tentazione di salire sul Campanile progettato dal genio di  Giotto e famoso in tutto il  mondo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Piazza della Signoria:

GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

*Cosimo de' medici

 

Amplissima piazza dominata dal Palazzo Vecchio

ed impreziosita dalla Loggia dei Lanzi.

Il Palazzo, austero ed elegante, fu voluto come sede dei Priori delle Arti ed edificato a partire dal 1299; antica sede della Signoria

vi dimorò temporaneamente Cosimo de’ Medici e, successivamente,  ospitò i governi provvisori di Italia, fino al 1860.

Attualmente è sede del Comune.

 

 

 

 

 

 

 

 

Di particolare pregio, all’interno, il famoso Salone dei Cinquecento.

La Loggia è una costruzione monumentale in tipico stile gotico fiorentino al cui interno sono conservate alcune celeberrime sculture,

come il gruppo marmoreo del Ratto delle Sabine del Giambologna ed il Perseo di Benvenuto Cellini.

 

Il  Palazzo degli Uffizi: GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

*Giorgio Vasari

 

Imponente edificio la cui costruzione è stata intrapresa nel 1560 da Giorgio Vasari,  al cui interno si trova la Galleria degli Uffizi,

che ospita una delle maggiori raccolte artistiche italiane e mondiali.

Essa offre un panorama dei capolavori della pittura fiorentina e di diverse scuole pittoriche della penisola custodendo,

inoltre, un prezioso nucleo di dipinti fiamminghi, antiche sculture ed arazzi.

 

Piazza Santa Croce:

GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una delle più suggestive piazze della città, delimitata dalla grandiosa Basilica gotica da cui prende il nome.

La chiesa, la cui costruzione è iniziata nel 1294, non è soltanto un capolavoro architettonico,

ma è anche sede di numerose meraviglie pittoriche e scultoree, tra cui gli affreschi di Giotto e dei suoi seguaci,

nonché le tombe ed i ricordi dei grandi italiani.

 

San Lorenzo:

GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

 

 

Antichissima basilica, in origine (393) consacrata a S. Ambrogio, che conserva la sua caratteristica facciata grezza.

La Chiesa è stata rinnovata in forme romaniche nell’undicesimo secolo, ma l’attuale costruzione, eretta in massima parte a spese dei Medici,

fu iniziata nel 1419 per poi essere sospesa e ripresa 23 anni più tardi dal Brunelleschi e dal suo successore, Antonio Manetti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piazza San Lorenzo è circondata dalle famose bancarelle del mercatino e, dalla primavera del 2014, il primo piano del mercato coperto è stato destinato interamente alla creazione di uno spazio riservato alle botteghe tradizionali dove poter gustare i grandi classici della cucina toscana.

 

Piazza San Firenze ed il Museo del Bargello:  GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Piazza di San Firenze è circondata da severi ed imponenti edifici, tra i quali spicca la Chiesa di S. Filippo Neri, eretta nel 1633,

ed il complesso di San Firenze, uno dei migliori esempi di barocco fiorentino,

eretto nel Sei e nel Settecento dai padri Filippini e per lungo tempo sede del Tribunale di Firenze.

A nord della piazza si trova il Museo del Bargello, primo d’Italia e tra i più importanti del mondo per le sue cospicue raccolte di sculture

e di oggetti d’arte varia, tra cui di eccezionale importanza sono i complessi delle opere di Donatello, dei Della Robbia e di Michelangelo.

 

S. Ambrogio:

GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

 

 

Piazzetta dominata dall’omonima chiesa, fulcro di un quartiere emblema delle tradizioni fiorentine, dalle piccole botteghe artigianali

ai tipici punti di ristoro per gustare le prelibatezze della cucina toscana.

Il quartiere è anche uno dei  luoghi simbolo delle notti fiorentine con i suoi caffè, pub e locali dove fermarsi a fare due chiacchiere dopo cena.

 

Ponte Vecchio:    GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E' il ponte più antico della città e scavalca l’Arno nel punto più stretto del suo corso.

Probabilmente venne eretto già in epoca romana,

ma poi fu più volte distrutto e ricostruito fino a quando raggiunse la sua forma attuale nel 1345.

E’ un ponte a tre arcate ed è tanto largo da comprendere lateralmente due portici, nei quali furono installate le caratteristiche botteghe che,

dalla fine del ‘500, vennero riservate agli orefici

 

Palazzo Pitti:    GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

 

 

Gigantesco palazzo a bugnato rustico disteso sulle pendici del colle di Boboli, occupa un’area di 32.000 mq.

La residenza, anticamente dimora dei Granduchi di Toscana ed in seguito dei Re d’Italia,  è sede della Galleria Palatina

(con opere di Raffaello, Tiziano, Andrea Del Sarto), della Galleria D’Arte Moderna, del Museo degli Argenti e del Museo delle Carrozze.

Sono inoltre visibili gli Appartamenti Ex Reali.

 

 

 

 

 

 

 

All’esterno si accede al Giardino di Boboli, fra i più tipici, grandiosi e splendidi giardini all’italiana.

 

San Marco e Galleria Accademia:    GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

 

 

La piazza è sede della Chiesa e del Convento di San Marco, ambedue costruiti nel 1299 dai monaci Silvestrini. La facciata della Chiesa , realizzata nel 1780, è di ispirazione barocca neo cinquecentesca.

A pochi passi dalla piazza troviamo la Galleria dell’Accademia, la quale riunisce alcune tra le più importanti sculture di Michelangelo,

tra cui i celebri Prigioni, il S. Matteo e, soprattutto,  il David.

Questa famosissima opera, collocata degnamente su di una tribuna in fondo al Salone, è stata forgiata dall’artista tra il 1501 ed il 1504.

La Galleria comprende anche una pinacoteca, rappresentativa di tutta la pittura “minore” fiorentina fino al 1500,

che costituisce un’integrazione della collezione presente al Museo degli Uffizi.

Firenze Rentals snc

 

Piazza dei Giuochi 2, 50122 Firenze

P.iva/C.F.  06555950481

Tel  +39 345 1109624

Cel +39 055 284146

Email:

info@firenzerentals.com

Follow us

Firenze Rentals® | WebDesigner -  Pakoindex©